Paul Morphy- Duca di Brunswick: una partita spettacolare!

Paul Morphy

Molti di voi, anche se novizi del mondo del nobilgiuoco, avranno sentito per lo meno citare il grande scacchista statunitense Paul Morphy, uno di quelli che faranno parte indelebilmente della storia delle 64 caselle.

La partita che vi presento quest’oggi  è forse una delle più conosciute del maestro americano, giocata alla cieca contro il duca di Brunswick durante l’intervallo di una rappresentazione de Il barbiere di Siviglia all’opera di Parigi nel 1858.

1.e4 e5 2.Cf3 d6 La difesa Philidor 3.d4 Ag4?! 4.dxe5 Axf3 necessaria poiché dopo 4…dxe5 il bianco eliminerebbe l’inchiodatura del cavallo catturando la donna in d8 per poi prendere il pedone centrale con 6.Cxe5

5.Dxf3 dxe5 6.Ac4 facendo pressione sulla casa f7 Cf6 7.Db3 doppia minaccia ai punti f7 e b7, che giustifica il ripetuto movimento della regina, oltre al fatto di obbligare il nero a porre la sua donna in e7, ostruendo così l’alfiere camposcuro nemico

7…De7 8.Cc3 lo spirito romantico di Morphy si esplica in questa mossa: a lui non basta il semplice guadagno di un pedone(che comunque lascerebbe il bianco in vantaggio), bensì egli cerca di portare tutti i suoi pezzi in gioco per poter effettuare un attacco più decisivo e che veda la partecipazione di tutti i membri dell’esercito!

Interessante sarebbe stata 8.Axf7+ Dxf7 9.Dxb7 Ac5 con l’idea per il bianco di Dc8+ per catturare la torre in h8; Morphy preferisce però giocare in sicurezza e preparare pian piano un forte attacco.

8…c6 Ag5 e fuori un altro pezzo, che va ad inchiodare relativamente il cavallo in f6. 9.b5?! il nero con questa mossa va a peggiorare la propria situazione 10.Cxb5! ed ecco il Morphy che conosciamo: pezzo su pedone per aprire linee contro il re avversario esposto!

10…cxb5 11.Axb5+! Cbd7 12.O-O-O questa mossa è molto forte, dato che porta in gioco una torre, per di più sulla colonna su cui si sta per concentrare la battaglia; dal canto suo la torre in h1 è pronta ad intervenire al momento opportuno.

Da notare come i cavalli del nero siano immobilizzati da due inchiodature, una assoluta ed una relativa: il maestro statunitense saprà sfruttare a fondo questa debolezza insita nella posizione del nero, vediamo come…

12…Td8 il duca di Brunswick cerca di difendere il suo cavallo 13.Txd7! Morphy è pronto a far entrare in gioco l’altra torre Txd7 14.Td1 De6 Vistosi pressato oltremodo, il nero cerca di allegerire la pressione schiodando il cavallo in f6 e proponendo il cambio delle donne, ma oramai il destino del suo re è segnato…

15.Axd7+ Cxd7 in questa posizione si presenta una inchiodatura particolare, il cavallo non deve spostarsi per via del matto in d8: non è un pezzo che deve difendere, bensì un punto vitale del campo di battaglia! Ma Morphy sa come addomesticare i cavalli, e forza il suo spostamento: 16.Db8+ Cxb8 17.Td8# 1-0

Una lama d’acciaio damaschinato che taglia un cuscino di seta.

Questa la frase utilizzata da un commentatore specializzato per rappresentare la bella e solida logica applicata da Morphy per debellare la difesa del nero.

Al di là del livello dell’avversario,  questa partita secondo il mio modesto parere rappresenta una vera e propria opera d’arte, considerando anche il fatto che è stata disputata dal maestro statuinitense giocando alla cieca.  Ecco a voi il visualizzatore dell’esibizione in questione, per poter gustare  appieno questo capolavoro.

Annunci

6 Risposte

  1. Invidio chi riesce a gustarsela a mente.
    Ho provato a seguirla a mente: le mosse di Morphy forse perché corrette o perché le avrei fatte anche io le riesco a “vedere”, mentre certe scelte del Duca mi hanno lasciato perplesso.
    Vedendola mi è sembrata una morte ancora più terribile.

  2. beh, consolati, hash, io dopo la terza mossa mi perdo già, alla cieca 😀 😀
    bella, comunque, un “must” (ma quanto me la tiro coi termini inglesi?) dei manuali di tattica!

  3. Decisamente una partita spettacolare! 😉 devo dire che solo un Maestro o Maestro internazionale riuscirebbe a seguire a mente una partita di 16 mosse! noi comuni mortali al massimo arriviamo ad una decina! 🙂 🙂 🙂 io riesco ad arrivare a 12 mosse però nella Ruy Lopez che conosco a memoria 🙂

  4. eh vabbè è questione di allenamento…come diceva un CM su di un forum, lui già da quando era 3N riusciva a visualizzare alla cieca abbastanza bene, mentre ci sono maestri che non ci riescono, è tutta questione di astrazione e concentrazione, da migliorare con l’allenamento…Comunque sì, davvero una partita memorabile…quando ho un po’ di tempo inserisco una perla di Lasker, una partita che mi ha molto colpito e che molti di voi forse conoscono già 😉

  5. davvero spettacolare, considerando che è giocata alla cieca…

  6. si…sarebbe spettacolare anche se fosse giocata normalmente, quindi figuriamoci alla cieca…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: