Un circolo di scacchi…virtuale!

logo_caissascacchi1

Con l’introduzione della rete delle reti, gli scacchi hanno subito una notevole diffusione, dovuta alla nascita dei così detti server scacchistici e dei siti dedicati. Adesso per sfidare un avversario basta avviare un browser, inserire l’indirizzo di nostro interesse, creare un account e scegliere tra le centinaia di sfidanti pronti a darci battaglia sulle 64 caselle virtuale, tra clic repentini di mouse o movimenti fulminei sul touchpad.

Il tutto però è in un certo qual modo molto impersonale, non davvero coinvolgente, diciamocelo chiaramente: stare uno di fronte all’altro e toccare con mano i vari pezzi è tutta un’altra cosa…

La tecnologia avanza però, e grazie ad essa, si è riusciti a creare una situazione di certo più interattiva del solito sito di gioco. Renato Clementi difatti, responsabile del sito Caissascacchi(accademia di gioco online), ha avuto l’originale idea di sfruttare quel mostro di interattività qual è Second Life per tirare su un vero e proprio circolo di scacchi virtuale.

Ebbene sì, avete capito bene, uno spazio di Second Life, un land, esclusivamente dedicato al nobil giuoco. Così è descritto dallo stesso Renato il posto in questione:

Il luogo è molto bello: in un ampio parco ci sono scacchiere per giocare, un anfiteatro dove si tengono lezioni e discussioni, si possono visionare filmati di scacchi, scaricare abbondante materiale scacchistico e si può partecipare a tornei.
Tutto è realmente e interamente gratuito.
Gli scacchisti potranno incontrare altri giocatori di ogni livello, dai principianti ai livelli nazionali.

Bando alle ciance però, vi mostro qualche immagine per rendervi meglio l’idea:

caissascacchi1

caissascacchi2caissascacchi31

Siete incuriositi? Se sì, non vi resta altro da fare che crearvi un account per Second Life(gratuitamente) ed accedere al land in questione. L’accesso al land e l’attività del circolo è totalmente gratuita. Io ho provato questa esperienza,  devo dire che è sfizioso il tutto, si può dialogare vocalmente ed agire sulle posizioni della scacchiera creandone di nuove con maggiore semplicità, il che si presta ad un training più efficace rispetto ad altre tecniche online.

L’unica pecca è che per accedervi bisogna possedere dell’hardware non obsoleto, soprattutto in termini di RAM e di scheda video. Il mio portatile fatica a reggere Second Life e non rende facile l’attività per esempio.

Se però dispondete di mezzi recenti vi consiglio di fare un salto in questo land: i più si lamentano del fatto che sia molto più proficuo andare ad un circolo vero e proprio e giocare con persone in carne ed ossa(cui si può guardare dritto negli occhi e cui si può stringere la mano) rispetto ad una metodologia del genere, e come biasimarli…

Ma qui, come lo stesso Renato Clementi ha più volte ribadito, non si vuole sostituire il mondo reale con uno virtuale, non si tratta di non frequentare un circolo concreto per dedicarsi a questa seconda vita, bensì il tutto è pensato per chi per cause di forze maggiore non può spostarsi da casa, per chi non ha purtroppo tempo di raggiungere il circolo più vicino che dista decine di chilometri, per chi semplicemente vuol giocare a scacchi anche quando il circolo che frequenta è chiuso…

Vi invito quindi ad esprimere le vostre opinioni in merito, magari senza sparare a zero prima di aver dato una semplice occhiata al posto in questione. Per maggiori informazioni sull’attività del circolo, questo è l’indirizzo di riferimento: http://caissascacchi-sl.blogspot.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: